Teamwork works with a laptop in office. Concept of internet sharing and interconnection. double exposure

La Legge n. 160 del 27 dicembre 2019 (nuova “Legge di Bilancio 2020”), pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre 2019, ha introdotto le misure a sostegno degli obiettivi della manovra finanziaria pubblica per i prossimi 3 anni (triennio 2020-2023). Le principali novità riguardano le seguenti misure.
Il governo ha previsto il rinnovo del piano Industria 4.0 e un aumento delle risorse relative. I finanziamenti sono stati aumentati di 140 mln di euro allo scopo di incentivare le imprese allo sviluppo e alla trasformazione digitale e orientare gli investimenti verso l’innovazione.

Sostituzione super e iper ammortamento Industry 4.0 con un nuovo credito di imposta.

La legge di Bilancio ha introdotto incentivi fiscali al fine di supportare gli investimenti in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali e favorire i processi di trasformazione tecnologica e digitale.

Il credito d’imposta previsto per:

BENI MATERIALI (allegato A) BENI IMMATERIALI (allegato B)

40% per inv. < € 2,5 mln                                                       15% per inv. < € 700.000
20% per inv. tra € 2,5 mln – € 10 mln

Proroga e semplificazione del bonus formazione 4.0

La legge di Bilancio 2020 ha prorogato il credito d’imposta per le attività di formazione in ambito digitale che stimoli i dipendenti in materia di innovazione. La misura non è più soggetta al preventivo accordo sindacale.

Tale misura è finalizzata all’acquisizione o consolidamento da parte dei dipendenti aziendali di conoscenze in ambito di tecnologia 4.0 quali: big data, cloud computing, cyber security, robotica (…).Il recupero fiscale non si applica nella fattura del fornitore ma sul costo del personale che partecipa alla formazione. L’agevolazione varia a seconda della dimensione di impresa:

  • PICCOLE IMPRESE: 50% MAX annuo €300.000
  • MEDIE IMPRESE: 40% MAX annuo €250.000
  • GRANDI IMPRESE: 30% MAX annuo €250.000

Rifinanziamento della Nuova Sabatini

La misura mira a favorire il processo di digitalizzazione e investimenti in macchinari, hardware e software delle imprese. Il piano della legge di Bilancio 2020 prevede un rifinanziamento di 540 mln di euro erogabili sotto forma di contributo in conto interessi su un finanziamento o leasing bancario della durata di 5 anni, calcolati al tasso:

  • 2,75% per investimenti “ordinari”
  • 3,58% per investimenti in ottica di industria 4.0.